DJI Aeroscope, come determinare la posizione dei droni DJI


DJI da qualche tempo sta sperimentando Aeroscope, una soluzione di identificazione remota dei droni in volo in una certa area. In prova presso alcuni aeroporti internazionali Aeroscope è stato svelato oggi in un webinar organizzato dal team DJI ARS.

Il sistema funziona in maniera abbastanza semplice, almeno sulla carta. In sostanza Aeroscope – ne parlammo qui  – è un insieme di antenne e ricevitori radio che nel raggio di alcuni chilometri, nelle specifiche vengono citati  5 Km, ascolta passivamente il dialogo tra radiocomando e droni della famiglia DJI e interpretandone la telemetria, ovviamente conoscendone il protocollo è in grado di fornire posizione, altezza, direzione del drone e anche l’ID univoco dello stesso.

Al momento DJI  dichiara di non voler fornire i dati del reale proprietario del drone, ma teoricamente potrebbe farlo tranquillamente.
I possibili beneficiari di Aeroscope possono essere Aeroporti, Carceri o altri obiettivi sensibili.  In sostanza tutti siti che debbano mantenere validi gli attuali divieti di sorvolo per questioni di sicurezza aerea e ordine pubblico.
Aeroscope è fornito in due versione: fissa e mobile; rispettivamente con 25 Km di raggio e con 5. Attualmente Aeroscope, non è un sistema antidrone e non può prenderne il controllo, sempre a quanto dichiarato da DJI.



Articolo Originale: DroneZine